Mauritius: Leoni Mare Tramonti e Vento

Mauritius: Leoni Mare Tramonti e Vento

Ottobre 2022, decidiamo con Fabia di posticipare le nostre vacanze estive, e dopo una serie di ricerche prenotiamo per Mauritius. Questa bellissima isola si trova nell’Oceano Indiano, e l’estate qui inizia ad ottobre. Per arrivarci, questa volta abbiamo volato con la compagnia https://www.emirates.com/it/italian/, che spezzava in due il viaggio prevedendo uno scalo a Dubai, a differenza ad esempio di Air France oppure Brithish Airways, che oltre allo scalo avevano la durata del volo molto lunga.

La nostra vacanza ideale non è soltanto spiaggia, ma ci piace girare, visitare la natura e possibilmente stare a contatto con gli animali.
Ma quali animali potevamo incontrare a Mauritius? Trovandosi relativamente vicino all’Africa e avendo una grande comunità indiana che la abitano, abbiamo visto animali che popolano queste terre, che per diverse ragioni, sono stati accolti nel parco https://caselaparks.com/. La visita in questo luogo, a nostro avviso, è una delle escursioni da fare assolutamente. Una delle attività più belle da fare nel parco era quella di camminare con i leoni. Si avete capito bene si poteva camminare con i leoni, e si potevano anche accarezzare. Oltre a queste magnifiche bestie c’erano tante altre attività da fare nel parco, ad esempio si potevano fare dei safari, delle passeggiate sui cammelli etc. Noi abbiamo fatto il pacchetto per passeggiare con i leoni , accarezzare i ghepardi e safari con pulmino scoperto. Volendo c’era anche la variante del safari con bus coperto da grate per poter vedere i predatori della savana nel loro habitat.


La struttura scelta per il pernottamento è stata il Riu Creole Le Morne, situata nella punta sud ovest dell’isola, paradiso per tutti gli amanti degli sport marittimi che utilizzano il vento tipo windsurf e kitesurf. L’hotel è un 4 stelle con formula all’inclusive, un po’ datata, ma che per noi è stato il giusto compromesso qualità prezzo e posizione, infatti era l’ideale per le escursioni che avevamo deciso di fare.
Durante i 12 giorni di permanenza sull’isola decidemmo di fare le seguenti uscite con il tour operator che operava nella struttura:

Visita case coloniali, fabbrica del Tea Bois Cheri con degustazione, giro al La Vanilla Nature Park e fabbrica del rhum Saint Aubin con degustazione finale

Visita vulcano, statue giganti Indù, pranzo ristorante panoramico, cascate di Chamarel e la terra dei sette colori

Casela Parks

Escursione con motoscafo per nuotare con i delfini, pranzo all’isola Benitiers e snorkeling

La prima escursione, fatta con guida locale in lingua italiana, vi impegnerà, tutto il giorno. Bello è stato vedere la casa coloniale, le piantagioni di Tea con la fabbrica. Menzione particolare per il La Vanilla Nature Park, dove abbiamo potuto passeggiare in mezzo ad un’infinità di tartarughe giganti. A pranzo è stato un piacere degustare il pollo alla vaniglia. L’escursione è terminata con la deustazione dei rhum nella fabbrica.

Nella seconda giornata di escursione siamo andati a vedere il cratere di un vecchio vulcano spento, per poi proseguire con la visione delle statue giganti Indù e pranzo in ristorante tipico con bellissima vista panoramica. Nel pomeriggio é stata la volta delle cascate di Chamarel e la Terra dei sette colori.

La terza escursione è stata quella al Casela Parks.

Non potevamo tornare in Italia senza aver fatto un’escursione in mare, e infatti abbiamo scelto quella del “Nuotare con i delfini”. Tramite motoscafo, percorriamo la rotta che fanno i delfini nelle acque lungo la costa ovest, e di volta in volta ci tuffavamo per fare qualche metro a nuoto insieme a loro. L’esperienza è continuata con il pranzo all’isola di Benitiers, e prima del rientro al villaggio abbiamo fatto snorkeling.

Per finire vi lascio con alcune immagine del mare e dei fantastici tramonti che ci godevamo tutte le sere

Fabia e Simone

Articoli correlati

Montagna x