Sciare sul giro dei 4 passi Dolomiti Superski

Sciare sul giro dei 4 passi Dolomiti Superski

5 giorni a Canazei sciando su piste e comprensori sempre diversi

Per gli amanti dello sci il giro dei quattro passi sulle bellissime Dolomiti a cavallo tra Trentino e Veneto, è sicuramente il posto più bello in assoluto dove passare una settimana o poco meno, facendo il pieno di questo bellissimo sport all’aperto con paesaggi fantastici.

Quale località scegliere

Le località più famose da scegliere come punto di partenza, insieme a tutte le frazioni vicino, sono Canazei, Santa Cristina, Corvara, Arabba ad esempio. Dando un’occhiata al sito https://www.dolomitisuperski.com/it/home potrete avere un’idea più dettagliata dei vari punti di partenza degli impianti, che vi condizionerà nella scelta di un alloggio. Scelta una località potete farvi aiutare dalle varie aziende di promozioni turistiche per trovare l’alloggio che più fa per voi, inviando delle richieste massive di disponibilità e aspettando poi le risposte, qui di seguito alcuni link utili:
Val di Fassa https://www.fassa.com/it/Uffici-e-telefoni/
Alta Badia https://www.altabadia.org/it/uffici-informazioni-alta-badia.html
Val Gardena https://www.valgardena.it/it/
Marmolada https://www.miamarmolada.it/associazioni-turistiche/operatori-turistici-marmolada/
Arabba https://www.arabba.it/it/arabba-fodom-turismo/1-0.html

Giorno 1: Selva di Val Gardena
Sellaronda direzione arancione

Località scelta, skipass acquistato, è ora finalmente di andare a sciare su questo bellissimo comprensorio. Il nostro punto di partenza per arrivare sugli impianti è la nuovissima funivia appena inaugurata che si trova a metà strada tra le frazioni di Alba e Penia che porta su al belvedere. Arrivati vi consiglio di sciare un pò per il comprensorio di Canazei e poi di seguire i cartelli arancioni con la scritta Sellaronda per arrivare a sciare nel comprensorio della Val Gardena.
L’obiettivo, per chi è uno sciatore di livello intermedio, è quello di arrivare a scendere per la mitica pista Saslong, ed, una volta fatta, di fare ritorno a Canazei. Considerate sempre almeno 2 ore e mezza per ritornare al punto di partenza.

Giorno 2: Alta Badia
Sellaronda direzione verde

Il secondo giorno lo impieghiamo per raggiungere l’Alta Badia per arrivare a fare la mitica pista Gran Risa, dove è possibile scegliere scegliere tra due varianti con diverse difficoltà nera e rossa. Ma prima di arrivarci vale la pena sciare anche nella zona di San Cassiano, la quale è sempre al sole e dove ci sono rifugi per fare una sosta molto carini, tra gli altri vi propongo il https://lasvegasonline.it/it oppure Baita Ciampai dove fanno della buonissima carne alla griglia.
Ricordatevi che da Canazei siamo nella zona più distante, quindi fate attenzione all’orario per tornare indietro perchè i collegamenti in zona Arabba Porta Vescovo chiudono circa un’oretta prima rispetto agli altri.

Giorno 3: Marmolada
Sellaronda direzione verde e poi indicazioni per la Marmolada

Questa giornata la impiegheremo per arrivare sulla cima di Punta Rocca a 3265m. Prendiamo sempre il Sellaronda direzione verde e poi seguiremo per la Marmolada, passando sempre per Arabba. Per arrivare su in cima bisogna prendere 3 funivie, e se possibile vi consiglio di partire presto, poichè di strada da fare ce n’è, ma soprattutto perché, il primo muretto della pista per scendere è impegnativo e con il passare del tempo si creano dossi che potrebbero creare qualche problema. Tranquilli perché lo sforzo sia per arrivare che per scendere sarà ripagato per la splendida vista di cui godrete una volta arrivati. In cima è presente anche il museo della prima guerra mondiale ed uno shop.

Giorno 4: Canazei e Plan de Gralba
Sellaronda direzione arancione

I primi giorni farete circa una 30 di km al giorno e se volete abbassare un pò il ritmo, vi consiglio di sciare nel comprensorio di Canazei con escursione al Plan de Gralba, una sosta in qualche rifugio magari tutto al sole e poi fate ritorno. Se avete bambini al seguito potete fare con loro i vari Funny Park che hanno allestito che sono molti carini, oppure sfidarvi nelle piste attrezzate con cronometro e sciare tra le porte come se foste in una gara di coppa del mondo.

Giorno 5: Arabba – Porta Vescovo
Sellaronda direzione verde

Ultimo consiglio è quello di dedicare una giornata alle piste del comprensorio di Arabba, arrivando fino su a Porta Vescovo e poi fino al confine del comprensorio con l’Alta Badia. Qui le piste sono molto belle ed impegnativi e anche qui troverete dei Funny Park per sciare con i bambini. Unico accorgimento monitorare sempre l’orario perché gli impianti per fare ritorno a Canazei chiudono prima.

Qui di seguito un po di foto e il video racconto finale



Fabia e Simone

Articoli correlati

Lascia un commento

Montagna x