Agriturismo Acetaia Paltrinieri

Agriturismo Acetaia Paltrinieri

Nella terra dell’ Aceto Balsamico di Modena

Febbraio 2022 con Fabia ed un’altra coppia di amici, decidiamo di ritornare in un posto a noi molto caro scoperto casualmente per via di un coupon regalatoci, sto parlando appunto di https://www.acetaiapaltrinieri.com/ . Ci troviamo a Sorbara in provincia di Modena nella terra del Lambrusco, del Parmigiano Reggiano e soprattutto dell’Aceto Balsamico DOP, che sarà il protagonista del nostro pranzo.

L’acetaia con agriturismo annesso si presenta come un piccolo borgo contornato da vigneti.

La formula dell’agriturismo è del menù fisso con scelta tra due primi ed un secondo.

Come antipasti ci sono state date tigelle con pesto modenese e scaglie di parmigiano con Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P. invecchiato 12 anni e calice di Pignoletto e come inizio direi ottimo.

Per primi si potevano scegliere due piatti sui tre proposti, ma, senza nulla togliere alle tagliatelle al ragù, che facevano parte della scelta, che avevano comunque un bel aspetto vedendole arrivare negli altri tavoli, abbiamo optato per il risotto al Balsamico e per i Passatelli Vecchia Modena, dove il protagonista era appunto l’aceto balsamico nelle sue diverse lavorazioni.

Il risotto molto buono e i passatelli molto delicati, e come potete vedere dalla foto, il piatto era completato da una pancettina e dall’immancabile parmigiano a scaglie, da provare entrambi fidatevi.
Per secondi potevamo scegliere tra tre opzioni, arrosto di maiale farcito al prosciutto cotto e formaggio, prosciuttone di maiale al forno con patate oppure gnocco fritto con tigelle e con salumi affettati misti. Noi li abbiamo assaggiati tutti e devo dire che a mio avviso il prosciuttone di maiale al forno è quello che ha riscosso il maggior successo tra tutti noi, ma anche le altre due portate erano molto buone.

Per finire in bellezza ci hanno portato una bella porzione di mascarpone che abbiamo mangiato sulla tenerina al cioccolato, che, insieme alla crostata e alla torta di mele completavano il piatto dei dolci.

Prima di farcene ritorno a casa però abbiamo fatto la visita guidata gratuita all’interno dell’acetaia, dove ci sono state spiegate le lavorazioni che i vari tipi di uva subiscono prima di diventare aceto balsamico, la quale finisce con degustazione ed eventuale acquisto diretto dei prodotti. Questo piccolo giretto, da fare dopo pranzo prenotandosi prima, della durata di 20 30 minuti ve lo consiglio vivamente.

L’Acetaia Paltrinieri è un altro posto da visitare ideale magari per una gita fuori porta al sabato o alla domenica a pranzo.

Fabia e Simone

Articoli correlati

Lascia un commento

Montagna x