Lapponia – Aurora Boreale

Lapponia – Aurora Boreale

Dicembre 2021, finalmente il nostro sogno di andare a visitare un paesaggio fiabesco e di vedere l’Aurora Boreale dal vivo diventa realtà. Dopo continue ricerche per incastrare i voli nel miglior modo possibile, e dopo aver visionato diverse strutture riusciamo a prenotare. Il nostro viaggio ce lo siamo organizzato così:

Volo di andata

Partenza da Bologna alle 18:05 con Air France, scalo a Parigi e poi altro volo per Helsinki con arrivo in nottata e pernotto presso Hotel Hilton all’interno dell’aeroporto stesso. Questa scelta di fare uno stop over ad Helsinki è stato il modo migliore per ottimizzare il viaggio, poiché le alternative, per arrivare all’aeroporto di destinazione di Ivalo, facendo un solo scalo, erano possibili solo volando con la Finnair ad oggi operativa in Italia solo negli aeroporti di Malpensa e di Roma Fiumicino. I voli diretti Finnair fra l’altro erano operativi al mattino presto, creando disagi enormi a chi come noi non risiede nelle vicinanze.
Il mattino successivo con estrema calma ci siamo recati in aeroporto e abbiamo preso il volo delle 11:00 operato da Finnair e dopo circa un’ora e venti di viaggio siamo arrivati ad Ivalo.

Volo di ritorno

Partenza da Ivalo alle 14:00 con destinazione Helsinki con volo operato da Finnair.

Da Helsinki dopo circa tre ore di attesa abbiamo preso il volo delle 18:00 operato da KLM con scalo ad Amsterdam, per poi prendere il volo finale per Bologna

Tengo a precisare che per questo tipo di viaggio, abbiamo scelto di volare con compagnie di bandiera ed evitare low cost, per non incombere in eventuali problemi in caso di cancellazione dei voli.

Finalmente arrivati a destinazione

Abbiamo deciso di pernottare presso https://saariselka.northernlightsvillage.com/ un villaggio immerso nel bosco che ha la particolarità di essere formato da Aurora Cabin, mini chalet in legno con una grande vetrata al posto del tetto per permettere di ammirare il cielo e le stelle, e da uno chalet centrale dove venivano forniti i pasti a buffet.

Prima di partire avevamo già scelto le escursioni da fare, prendendo un pacchetto e aggiungendone altre.

Giorno 1

La prima tappa è stato fare un corso di fotografia (Aurora Phothography Shop) , dove ci hanno fornito le nozioni per settare nel modo migliore la GO PRO e la macchina fotografica per gli scatti in notturna generici, ma soprattutto per riprendere l’Aurora Boreale e le varie costellazioni visibili tranquillamente ad occhio nudo.

Alle 20:30 abbiamo preso parte alla prima escursione in notturna Aurora Expedition on Snowshoes, solo dopo però aver indossato l’abbigliamento idoneo per queste temperature comprese tra -16° e -30° fornito dalla struttura e calzato le ciaspole. Abbiamo camminato per circa 40 minuti nella neve fresca, per poi fermarci nei pressi di una Kota, tipica tenda finlandese, che ha la particolarità di avere un braciere centrale che veniva acceso, per permettere a tutti i partecipanti di trovare un po di tiepore, ma anche per riscaldare le vivande che ci venivano offerte, tipicamente succo di frutti di bosco. La fortuna ha voluto che, non appena arrivati a destinazione, l’Aurora Boreale iniziò a manifestarsi nel cielo nelle sue bellissime forme che ondeggiavano ( a parole purtroppo non rende). Qui di seguito alcuni scatti della nottata. Dopo circa un’oretta e mezzo, l’Aurora svanì, e piano piano facemmo ritorno nei nostri alloggi.

Giorno 2

Di prima mattina esco per ammirare il contesto e mi inoltro nel bosco vicino, la luce era quella dell’alba ed era perfetta per scattare foto al paesaggio fiabesco che avevo di fronte. In questo periodo dell’anno il sole non si alza mai completamente e si ha un alba che dura 2 3 ore ed un tramonto della stessa durata, e questi due fenomeni danno vita ad un cielo meraviglioso da immortalare tramite foto e non solo.

La prima escursione del giorno è stata quella del giro in slitta trainata dai cani husky (Husky Safari). Naturalmente prima di partire ci hanno dato le info per guidarla al meglio (io guidavo e Fabia era nella slitta con coperta per il freddo). Abbiamo fatto due coccole ai nostri amici a quattro zampe e poi via per il giro tra boschi e pianure polari completamente ghiacciati.

La seconda e ultima escursione del giorno è stata quella di andare a vedere l’aurora boreale nel vicino lago ghiacciato di Ukonjarvi (Aurora Camp by the Lake) con foto sul punto di vista rialzato, e anche qui, come in tutte le escursioni ci siamo riscaldati davanti al fuoco all’interno della Kota.

Giorno 3

Quest’oggi avevamo Snowmobile & Ice Fishing, in pratica una gita con la motoslitta con arrivo ad un lago ghiacciato con prova di pesca. A parte la temperatura giornaliera -30°, l’escursione è stata bellissima sia per i colori del cielo, sia per aver guidato la motoslitta tra i boschi. Sono andato vicino nel pescare veramente, infatti la mia lenza è stata strppata dopo un primo abboccamento da parte di un pesce. Anche qui ci siamo riscaldati all’interno di una casetta in legno sempre accendendo il fuoco, e in questo caso, per via della durata abbiamo anche mangiato li.

Alla sera andavamo sempre a “caccia” dell’aurora boreale, e questa volta l’abbiamo fatto trasportati da una slitta coperta e riscaldata lungo un percorso di circa trenta minuti (Aurora Hunting by Heated Sleigh).

Giorno 4

Al mattino lezione di 2 ore di Cross-Country Skiing Lesson, in pratica due ore di passeggiata nel parco vicino al villaggio con sci di fondo ai piedi. Devo dire che è stata impegnativa e c’è una differenza enorme con sci normali. Ma anche qui il paesaggio faceva passare le difficoltà in secondo piano.

Nel pomeriggio la nostra ultima escursione prenotata Reindeer Express, che consisteva in un giro in slitta trainata dalle renne. Per noi che amiamo gli animali sono le escursioni più belle. Prima di partire un allevatore di renne Lappone ci ha dato un po’ di info sulle renne tra cui i nomi di tutte quelle che trainavano le slitte, e a noi era capitato Pinocchio. Finito il giro abbiamo avuta la possibilità di dare da mangiare alle mamme e ai piccoli.

Queste sono state tutte le escursioni che abbiamo fatto e devo dire che ci siamo trovati benissimo con tutte le persone dello staff che ci hanno accompagnavamo e ci davano le info di volta in volta. Questo è un viaggio che andrebbe fatto almeno una volta nella vita.

Questa la nostra vista notturna del cielo dall’Aurora Cabin


Qui di seguito vi consiglio di vedere il nostro video racconto

Come al solito se avete bisogno di ulteriori info o per chiederci dei consigli scriveteci alla mail dovevaiinvacanza@gmail.com e seguiteci su fb alla pagina https://www.facebook.com/dovevaiinvacanza oppure sul canale youtube FABIAESIMONE

Fabia e Simone

Articoli correlati

Lascia un commento

Montagna x