Come risolvere problemi con il wi-fi di casa

Come risolvere problemi con il wi-fi di casa

Ottimizzare la rete per vedere il calcio su DAZN.

Piccola premessa se avete la possibilità di collegare la smart-tv o i device quali pc etc, con cui volete vedere l’evento al modem tramite cavo ethernet fatelo, di sicuro una miglioria la noterete subito.

Molte volte può capitare di avere problemi con il wi-fi di casa, come ad esempio quello di una connessione lenta oppure di non riuscire a connettere tutti i terminali e nel post che segue vi darò qualche info per cercare di ottimizzare al meglio la vostra rete.
Quando ci abboniamo ad un provider, il servizio di connessione alla rete verrà erogato tramite un modem, che nella stragrande maggioranza delle volte sarà in grado di trasmettere su due differenti bande di frequenza e più precisamente a 2,4GHz e a 5GHz, le quali però possono essere utilizzate da tutti gli operatori presenti sul mercato.
Per accedere alla rete tramite device digiteremo una password, di solito riportata sul modem, che sarà la stessa per tutte le bande che il modem trasmette. Naturalmente la scelta tra le due bande, averrà solo sui terminali che saranno in grado di riceverle entrambe.
Il raggio di copertura della banda a 2,4GHz sarà maggiore rispetto alla banda a 5GHz, e per lo stesso motivo l’interferenza che si potrebbe venire a creare, ad esempio in un condominio con molte reti wi-fi attive, sarà maggiore.
Fatte queste premesse procediamo nella seguente maniera per cercare di ottimizzare la rete.

Verificare velocità di connessione

Il primo step che dobbiamo fare è quello di verificare la velocità di connessione sia nel ricevere file download che nel trasmettere file upload e per fare questo vi consiglio di utilizzare l’applicazione Speedtest disponibile sia per Android che per Ios oppure tramite il sito www.speedtes.net.
Naturalmente l’ideale sarebbe effettuare il test su tutte e due le bande distintamente, e in un altro post vedremo come rinominare in modo differente le bande.

Dopo aver effettuato la prova di connessione, dobbiamo capire quale servizio vorremmo raggiungere, tenendo sempre in considerazione della velocità di connesione che il provider al tempo della registrazione del contratto ci avrebbe fornito, considerando che, ad esempio per vedere contenuti in diretta streaming in definizione standard su tablet, abbiamo bisogno di circa 2Mbps, valore che aumenta se la qualità diventa HD fino a circa 10Mbps se il contenuto passa su una smart-tv, fino ad un massimo di 15Mbps per risoluzioni in 4K. Qualora il contenuto da vedere non fosse in diretta ma lo dovessimo scaricare, per evitare il fastidioso cerchietto che ci indica che il video sta caricando, dovremmo aspettare che il download finisca e anche qui la banda a disposizione influirà sul tempo impiegato per scaricare il tutto.

Verificare livello di segnale e canali utilizzati

Dopo aver effettuato il test di velocità, attraverso l’utilizzo di un’altra applicazione scaricabile da play store per sistemi android di nome Analizzatore WiFi di Abdelrahman M. Sid andremo a verificare il livello di segnale e i canali utilizzati in tutti i luoghi in cui dovremmo portare il wi-fi
https://play.google.com/store/apps/details?id=abdelrahman.wifianalyzerpro&hl=it

I canali di trasmissione visibili sull’app, sono stati scelti in maniera automatica dal modem.

Una volta lanciata l’app ci troveremo la pagina Grafico Canale relativa alla frequenza 2,4GHz, che ci indicherà il numero di reti wi-fi attive, su quali canali sono settate e il livello di segnale.
Queste informazioni ci daranno un imput molto importante, perchè già a vista ci renderemo conto se la nostra rete wi-fi è settata su un canale libero o condiviso con altre reti.

Tramite la pagina migliori canali, che viene segnalata con il simbolo delle stelle al top della pagina, ci verrà fornita l’informazione relativa alla qualità del canale, visualizzando con una stella rossa il canale che ha l’intensità più forte, il quale sarebbe oppurtono escludere da un futuro settaggio manuale dei canali sul modem, per evitare problemi di interferenza. Allo stesso tempo nella parte bassa, ci vengono segnati i migliori canali da utilizzare.

Le stesse info vengono riportate settando la frequenza a 5GHz nel menu.

Ottimizzare reti

Ora conosciamo la nostra rete e possiamo compiere i primi passi per ottimizzarla seguendo i seguenti step.

  1. 1) valutare, dopo aver fatto le misure in tutti gli ambienti in cui avremmo bisogno del wi-fi, se esiste una posizione migliore per posizionare il modem sempre che sia presente una presa telefonica
  2. 2) cambiare il canale di trasmissione (in questo caso dovremmo cambiare le impostazioni in maniera manuale nel modem e lo vedremo nel seguente articolo nel link
    https://www.fabiaesimone.it/2020/05/11/come-cambiare-impostazioni-ai-modem-router-fastgate/
  3. 3) navigare solo sulla rete a 5GHz se i device lo permettono, perchè avendo un raggio di copertura ridotta, l’interferenza con le altre reti wi-fi sarà minore o inesistente e il tutto andrà a beneficio della qualità in termini download e upload più performanti (alcuni modem identificano in maniera diverse le reti a 2GHz e 5GHz quindi basterà scegliere di navigare sulla banda più alta)
  4. 4) attivare sul device la funzione di ottimizzazione rete o wi-fi+ che offre la possibilità di navigare sulla rete migliore rispetto a tutte quelle conosciute (qui però si potrebbe verificare che il terminale possa passare sulla rete dell’operatore radiomobile, andando a consumare la soglia di giga disponibili prevista nel piano tariffario sottoscritto)

Scegliendo il punto 2 dobbiamo tenere in considerazione alcuni fattori non semplici da attuare, come quello di cambiare il canale in maniera manuale direttamente dal modem, come collegarsi al modem è spiegato in un altro articolo al link
https://www.fabiaesimone.it/2020/05/11/come-cambiare-impostazioni-ai-modem-router-fastgate/, e può capitare che alcuni device, se datati, non permettono il settaggio di alcuni canali a fine banda.

Scegliendo il punto 3 si potrebbe verificare che navigando solo su banda a 5GHz non riusciamo a raggiungere tutti gli ambienti e avremmo bisogno di un estensore di copertura, anche per questo vi rimando al link https://www.fabiaesimone.it/2020/05/13/estendere-copertura-wi-fi/ dove vi viene spiegato come coprire tutti gli ambienti aggiungendo un ripetitore di segnale.

Altre volte potrebbe apparire la scritta sui device, nonostante fossimo agganciati ad una rete wi-fi conosciuta, “nessun accesso ad internet disponibile” e questo può dipendere dal fatto che abbiamo raggiunto il limite massimo da parte del modem di device che possono essere collegati contemporaneamente alla rete. In teoria i modem commerciali in uso che si possono acquistare, come anche quelli che sono forniti dai provider, dovrebbero essere in grado di gestire almeno 10 device tra collegamenti via cavo ethernet che via wi-fi ma non sempre è così. Se quella di collegare molti device contemporaneamente diventa una reale esigenza, dovremo acquistare modem più performanti.

Fabia e Simone

Articoli correlati

Lascia un commento

Montagna x